Ho voglia di ME

Sono un pò di giorni che sento fortemente il bisogno di concentrarmi su me stessa, di chiarirmi le idee, di cercare di capirmi...di identificarmi!
La primavera ed il sole sono terapeutici e generosi!
Infatti mi regalano molta serenità.
Già ho scritto dei miei periodi alti e bassi....meccanismi ciclici che ormai fanno parte di ME!

Ricordo ancora la parte finale della dedica della mia tesi di laurea..."ed infine un grazie al mio coraggio, perchè nonostante me stessa...ho tagliato il traguardo".
Sono passati anni, già allora ero consapevole!
Oggi lo sono ancora di più ed in modo più costruttivo.
Ogni volta ricomincio da me!
Ogni volta ho bisogno di un nuovo slancio per dare un senso a tutto quello che faccio.
Ogni volta lo trovo e ne sono FELICE.

Guardandomi intorno mi accorgo che ci sono anche tante altre persone che vivono questi stati d'animo, che hanno un simile approccio alla vita!
Sempre alla ricerca della "strada migliore" da percorrere, nel tentativo di ridurre alcune dissonanze cognitive.
Persone dotate di una sensibilità particolare, che si distraggono facilmente da se stessi...presi e persi in altro!
"Non ti scordar di me"....è quello che mi capita di sussurrare ogni tanto a me stessa, stranamente proprio nei momenti in cui mi sento meglio!
Ma è anche il nome di uno dei miei fiori preferiti!

Un abbraccio virtuale!


                                                                       Foto da web

Alla prossima!

Tiziana

Commenti

  1. Forse non ci crederai... io mi rivedo moltissimo nelle cose che scrivi.
    Ci sono momenti di alti e di bassi ma l'importante è accettarli e cercare di trovare del buono anche nelle giornate più dure.
    Complimenti per la tua dedica della tesi. In cosa ti sei laureata?
    Io la mia l'ho dedicata alla mia famiglia, ma avrei dovuto aggiungere anche me stessa per i tanti sacrifici.
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  2. hai una dote "miracolosa", la capacità di scrivere ciò che provi davvero bene.
    Anch'io mi definisco, forse con un pò di presunzione, una di quelle persone "sensibili" alle quali non riesce troppo bene il "lasciarsi vivere" ma che non possono fare a meno di porsi "troppe domande (inutili?)"...
    e così mi ritrovo a 38 anni a chiedermi ancora "qual'è il senso della vita" oppure "chi sono? cosa desidero realmente?"...(e mi sembrano le stesse domande che mi ponevo a 15 anni).
    Penso di essere in un periodo di stallo. Mi manca forse il coraggio di cambiare e andare oltre, oppure sto semplicemente vivendo una vita "normale"?
    Devo ricordarmi di passare dal tuo blog un pò più tardi durante la giornata...certe domande alle 7 e mezza del mattino mi destabilizzano :)
    Ciao!!!
    Chiara

    RispondiElimina
  3. Ciao Chiara! Speravo tu mi scrivessi...io non riesco a mandarti messaggi e nemmeno a seguire il tuo blog :((( Grazie mille per il tuo commento! Le nostre domande non sono mai inutili! Siamo fatte cosi...nel bene e nel male. Il primo vero passo da fare dovrebbe essere imparare ad accettarsi, a volersi bene! Ma davvero!!!
    Un volta ho letto in un libro un'osservazione che è divenuta poi per me un buon consiglio. Un esempio semplice: quando una nostra amica è giù o in difficoltà, in generale si prova a fare di tutto per farla stare bene! Per regalarle un sorriso...un pò di serenità! Non è vero? Se invece siamo noi ad essere giù o in difficoltà non sempre ci attiviamo cosi prontamente. Allora perchè non farlo anche con noi stesse?
    Spero di sentirti presto e di poter vedere il tuo blog! Un bacio e buon serata! Tiziana

    RispondiElimina
  4. Ciao Tiziana! é difficile che tu mi veda sul mio blog...perchè non ho un blog!!!A dire la verità potrebbe piacermi, ma non so nemmeno da che parte iniziare!!! Magari un giorno prenderò il coraggio a quattro mani, e non prima di aver fatto pace con il pc, lo aprirò!Ti seguo da quando hai iniziato....Mi piaciono i tuoi pensieri!!Ti abbraccio. A presto. Chiara

    RispondiElimina
  5. Ciao Chiara...lo avevo immaginato!
    Allora aspetto che tu ne abbia uno! I tuoi commenti sono sempre molto interessanti...sarebbe bello leggere un tuo post!
    Quando troverai il coraggio...avvisami! ;)
    Spero presto!
    Grazie per avermi scritto...a presto!
    Un bacio! Alla prossima.
    Tiziana

    RispondiElimina
  6. Tiziana cara ,
    eccomi qui ...quando ho letto questo tuo post mi sono un pò commossa , perchè mi sembrava di leggere me stessa , è vero quello che dice Chiara , hai la capacitò di mettere su carta le tue emozioni ed i tuoi pensieri esattamente come li senti e non è sempre facile . I pensieri e le sensazioni che abbiamo nella mente non sono sempre perfettamente comprensibili eppure tu ci riesci , questo è bellissimo per te stessa e per persone come me che si sentono in qualche modo affini a ciò che hai scritto .
    L' unica differenza fra me e te e che tu mi sembra abbia già trovato una sorta di via d'uscita , un accordo con te stessa io ci sto ancora lavorando !!
    Speriamo ...
    con affetto ,
    http://memyselfandanautumnday.blogspot.com/

    RispondiElimina
  7. La dedica sulla tua tesi la potevo scrivere anche sulla mia! Che periodo, quante paure inutili! Ci sono persone più portate di altre ad analizzarsi, ad essere interospettive, sensibili verso se stesse e gli altri. Adesso per fortuna va meglio, mi sembra di aver finalmente preso in mano la mia vita e mi sento serena. Ma c'è voluto del tempo!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo tempo

Post più popolari