Passa ai contenuti principali

Nessun scheletro nell'armadio...ma

mi sono resa conto di possedere molte cose....che non metto mai!
Non sono l'unica, lo so!!!
Ma ritrovare dei capi ancora con l'etichetta o indossati in una sola occasione, mi ha portato ad una riflessione.
Spesso abbiamo più di quanto in realtà si ha davvero bisogno, tanto nell'armadio...quanto fuori!
A volte vorrei mettere in moto un processo di decrescita!

Nel libro "La Parigina. Guida allo chic" di Ines de La Fressange (consigliato da un'altra blogger...Verdementa) ho letto che nel guardaroba di una Signora basterebbe avere 7 pezzi (immancabili):
una giacca da uomo, un trench, un pullover blu, una canottiera, un tubino nero, un paio di jeans e un giubbotto di pelle.
Il segreto è pensare basico!
Impossibile, ma è un consiglio da non sottovalutare.
Se nell'armadio ci sono troppe cose....per quanto in ordine, c'è sempre un pò di confusione.
7 capi o poco più da mixare saggiamente con accessori....ed il gioco è fatto!
Forse è un pò esagerato, ma mi piace questo concetto di "semplificazione".
Scegliere tra poche cose aiuta ad avere le idee chiare ed a risparmiare molto tempo.
Io sono ancora alla ricerca di un mio look rappresentativo, ovvero sentirmi a mio agio negli abiti che indosso. Mi capita raramente...ed indipendemente dal prezzo del capo!
Per quanto mi riguarda...trovo alcuni logo di marche carissime e famose...un pò volgari!
Preferisco acquistare una borsa di pelle fatta da un artigiano toscano, piuttosto che di un brand riconoscibile a km di distanza!
Ma nello stesso tempo adoro dei brand low cost, li trovo democratici ;)
In ogni caso...è fondamentale avere stile!!!!!
Io non credo di averne...ma non è detto che non lo avrò mai!
La speranza è l'ultima a morire :)
E' una questione di "dimensione" interiore ed esteriore!
Di armonia tra le parti....in fondo il nostro modo di "apparire" è un pò la proiezione di un nostro modo di "essere".
Quando mi sento bene con me stessa e con il mio corpo...l'armonia c'è!
Se invece non sono in piena forma fisica e soprattutto mentale...si vede, non c'è trucco che tenga!

Dunque, sempre consigliato da Verdementa ho letto...."Le francesi non ingrassano" di Guiliano Mireille, testo introvabile!!!
Sono riuscita a prenderlo in prestito in una Biblioteca Comunale!!!
Ne è valsa la pena...illuminante!
Qui...il concetto base è la moderazione!
La scoperta dell'acqua calda? NO!
L'autrice è generosa nel distribuire tante "dritte" per eliminare delle cattive abitudini e per aiutare a raggiungere un equilibrio anche e soprattutto a tavola!!!
Io se sto bene, mangio meglio...e mi sento meglio in generale!
E' un cerchio che si chiude....partiamo da noi stesse per tornare sempre a noi stesse!!!
Chi sta bene con se stesso...si gode la vita!
Ed io...amo la vita, sto solo provando a semplificare il mio modo di viverla!!

Take it easy! ;)

Buon w-end a tutti!!!

Alla prossima!

Tiziana








Commenti

Post popolari in questo blog

Meal Prep: un mondo tutto da scoprire e provare

Un mesetto fa, mentre ricercavo on line delle idee da poter copiare per migliorare (impostare da zero) la mia pianificazione della spesa e del menù settimanale, mi sono ritrovata più volta a leggere, soprattutto sui siti stranieri, in particolare Americani, queste due paroline: MEAL PREP.

Incuriosita ho approfondito l'argomento e mi sono lasciata contagiare da un entusiasmo organizzativo.

Cosa vuol dire MEAL PREP.
Cercherò di spiegarla semplicemente: è la preparazione in anticipo di cibo sano, pronto da mangiare per diversi giorni.

Gli strangers arrivano ad organizzare la loro "cambusa" anche per un mese, congelando ovviamente gran parte dei preparati.

Io mi sono limitata ad un massimo di tre giorni.
E devo dire, che ho intenzione di arrivare almeno ad una settimana, congelando qualcosa.

E' stato davvero utilissimo.
Tornare a casa ed avere già il "grosso" fatto mi ha consentito di fare altro e di vivere la preparazione della cena più serenamente, oltre che…

Chi si accontenta, gode!

Non si fa altro che parlare di FELICITA'.

Articoli, manuali, corsi e workshop sul tema.
Io stessa ho letto e studiato sull'argomento.
Quasi fosse diventata una moda ed invece ti rendi conto che è questione atavica.

Vi ricordate di Epicuro e la sua "Lettera sulla Felicità" a Meneceo?
Letta ai tempi del Liceo ne rimasi colpita.

"Non si è mai troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della Felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere dell'anima"
Inizia così.

Il benessere dell'anima!
Negli ultimi anni mi sono concentrata soprattutto sulla mente e sul corpo, in stretta relazione tra loro tanto da condizionarsi vicendevolmente sia in senso positivo che negativo.

E' ora di tornare a pensare all' Anima, perché è da qui che parte TUTTO.

Mi sono distratta così tanto?
Come è potuto accadere?
E' accaduto.
Punto.






Non aspiro alla Felicità, che percepisco affascinante ma effimera.

Mi piacerebbe smettere di cercare l…

Amanda Cass: The Art of Love, Life and freedom

Da qualche anno mi sono appassionata di illustrazioni.
Le trovo bellissime!
Un genere che prima non mi aveva mai interessato.

Oggi invece sono sempre alla ricerca di nuovi autori, di nuove immagini e storie.
I social sicuramente mi aiutano, permettendomi di arricchire il mio archivio con costanza.

Così ho deciso di presentarvi qualche artista!

Tra le mie preferite c'è sicuramente Lei... Amanda Cass, un'illustratrice Neozelandese.

La sua è davvero Arte di Amore, Vita e Libertà!
Non entro nella "tecnica" perché non mi compete!
Non sono un'esperta, io scelgo le opere da condividere esclusivamente con la "pancia".

Mi piace perché:

I suoi messaggi sono sempre positivi:



I suoi colori rassicuranti:



Le sue linee leggere:

I suoi "consigli" preziosi:







(foto da WEB)

Io l'adoro!
A voi piace?

Spero di SI!

Alla prossima!
Tiziana