E io che vedo solo il tuo sorriso che fa sembrare tutto straordinario...come TE

Sono emozionata, perché sto facendo una cosa che non è da me.
Avrei potuto scrivere una lettera in privato, lasciarla questa mattina sul comodino ed augurarti buona giornata come tutte le mattine.
Prepararti una colazione a sorpresa...con caffè, pancakes e marmellata di fragola.
Proprio come piace a Te.

Abbiamo deciso...nessun regalo materiale per la Festa del Papà.
Ok, sono d'accordo.
Ma è la TUA prima FESTA DEL PAPA' e qualcosa di diverso deve essere fatto.
Qualcosa che rimanga nel tempo.
Che lasci un segno.

Avevo pensato di comprare uno spazio su una pagina di giornale...ma avrebbe avuto un COSTO e NOI abbiamo deciso nessuna spesa...se non per i bignè di San Giuseppe, visto che è anche il tuo onomastico.

Mi chiedi sempre...quando torno a scrivere sul mio piccolo e trascurato blog, perché ti piace leggermi.

Riprendo da oggi con un post tutto dedicato a TE.
Perché nel nostro caso, la Festa del Papa può corrispondere alla Festa del Marito.

Abbiamo sempre festeggiato il 19/3 perché ti chiami Giuseppe.
Ed io per un periodo ho avuto paura che potesse rimanere l'unico motivo per farlo.
Le difficoltà incontrate, vissute e combattute per avere Maria mi hanno fatto pensare ciò per lungo tempo, nonostante tu fossi convinto  che un giorno saremo diventati genitori.
Hai avuto ragione.

Parole come insulino resistenza, sindrome dell'ovaio policistico, amenorrea, anovulazione e tutto quello che ne consegue a livello terapeutico, fisico, psicologico ed umorale mi hanno fatto provare tanta disperazione e stanchezza emotiva.
Ma tu eri sempre lì a tenermi la mano, a sorreggermi ed abbracciarmi, a darmi la forza.
Non hai mai mollato...ed io con te, ed io GRAZIE a Te.

Anche quando delle affettività difettose, di chi afferma di volerti bene ma alla fine riesce paradossalmente a farti male, mi hanno colpito in un momento molto delicato...troppo, tu eri lì.
E hai tirato su una "muraglia cinese" fatta di dolcezza, stima, sensibilità, rispetto, affetto, bene, Amore...difesa.
Sono stati mesi di interventi chirurgi fisici, ma non solo.
Ho conosciuto anche una chirurgia emotiva, sulla quale sto ancora lavorando.
Io da te mi sono sentita protetta...GRAZIE.

Lo scorso mese una nuova sfida...ci ha chiamati.
E davanti alla parola poliabortività io mi sono sentita di nuovo senza la terra sotto i piedi.
Nei prossimi mesi ci aspetta l'inizio di un nuovo percorso difficile.
Simile ma non uguale a quello già percorso per dare alla luce MARIA.
Il nostro capolavoro, ma quanto è bella?
Pensando a NOI, alla nostra UNIONE...al nostro AMARCI mi sono sentita PRONTA per ricominciare.

Spesso...mi canti "l'amore conta, conosci un altro modo per fregar la morte".
Ed io ti rispondo "per sempre....solo per sempre".

Entrambi crediamo nell'immortalità dell'Amore.
Del nostro Amore, ribelle alle statistiche.

A volte mi soffermo ad osservare Maria ed augurandomi il meglio per la sua vita...mi chiedo se avrà la mia stessa fortuna, quella di incontrare un UOMO come TE.
Spero Lei possa avere al suo fianco una persona, che la faccia sentire amata e che le dimostri quanto l' Amore possa essere potente.
Un marito e compagno di Vita come suo Padre.

Buona festa del Papa'.


Tiziana














Commenti

  1. Commozione, emozione... che altro dire... non potevi fargli regalo più bello!!!
    Un abbraccio
    Francy

    RispondiElimina
  2. Che bello questo blog dalla grafica rinnovata, ma soprattutto che bellissima dichiarazione d'amore.

    RispondiElimina
  3. che dolce che sei!!! mi fa piacere leggerti, continua così!!!

    RispondiElimina

Posta un commento

Grazie per il tuo tempo

Post più popolari