Passa ai contenuti principali

La spesa del sabato mattina

Dalla febbre del sabato sera...sono passata alla spesa del sabato mattina.




Io come tante donne, lavoratrici e non, mi trovo a dover fare i conti con le corse al supermercato nel w-end perché già dal venerdì sera, aprendo il frigo, uno spontaneo "eh che se magnamo stasera?" esce dalla nostra bocca!
Per poi trovare la soluzione nel salvavita-salvacoppia: "spaghettino aglio, olio e peperoncino?".

Con il passare del tempo, ho affinato la mia organizzazione dell'operazione "spesa nel w-end".
Devo essere sincera, fino a pochi mesi fa, ero ancora impreparata!
Come minimo dimenticavo la lista o le buste a casa!

Inizio il venerdì sera facendo una lista!
Ma non un semplice elenco.

Allora, in primis decido in quale supermercato andare, ne abbiamo 3 preferiti.
In base alle offerte dei volantini o al tempo a disposizione ed altri impegni decido la meta.

La lista si suddivide dunque per "reparti", avendo in mente la disposizione dei prodotti al supermercato!

Una prima parte è rappresentata dalla "dispensa fissa", una seconda da alimenti che devo prendere per sperimentare, ad es. una nuova ricetta o un nuovo dolce o semplicemente dagli ingredienti per un piatto che non faccio da tempo.
Un ultima sezione è dedicata ai prodotti "non alimentari".

Stilata la lista, calcolo più o meno quante buste mi serviranno.
Ne abbiamo diverse belle capienti, per es. di Ikea, Leroy Merlin e Pampers.
Poi un paio per i surgelati, di Eataly e Cuki.
Inoltre per sicurezza, nella mia borsa personale, ne porto con me altre in plastica piegate a triangolo, come mi ha insegnato mia nonna!

Prese le buste, messe davanti alla porta di casa la sera prima, verifico che nel portafogli vi siano soldi, bancomat, eventuali buoni o sconti e tessera del supermercato.

Inoltre per ultimo porto con me...il "gettone jolly" per il carrello!



Sistemo la lista con la penna (che mi servirà per depennare quanto messo nel carrello) vicino le chiavi di casa e dell'auto.

Arrivata al supermercato, cerco di trovare parcheggio non troppo distante dal deposito dei carrelli, che prendo all'entrata ma che lascio poi al parcheggio! ;)

Faccio i miei acquisti, guidata dalla lista!

Dovete sapere che io sono molto imbranata e lenta nell'imbustare!
E mi dispiace far aspettare gli altri, mentre io combatto con le buste.
Così metto sul nastro (ed anche nel carrello) il tutto, più o meno diviso per genere!
Tutte le verdure insieme, tutti i surgelati insieme, tutti i formaggi insieme, tutto lo scatolame insieme...vabbè si è capito!

Rimetto velocemente poi il "bottino" nel carrello, seguendo sempre lo stesso criterio.
Pago e una volta arrivata al parcheggio, svuoto il carrello riempiendo le buste!
Quando arrivo a casa, i prodotti sono già suddivisi ed a mettere in ordine la spesa...ci vuole davvero poco!

Il frigo è pieno, la dispensa anche...pensiamo dunque ad organizzare il menu settimanale!!! ;)

E voi come vi organizzate?

Alla prossima!

Tiziana







Commenti

Post popolari in questo blog

Meal Prep: un mondo tutto da scoprire e provare

Un mesetto fa, mentre ricercavo on line delle idee da poter copiare per migliorare (impostare da zero) la mia pianificazione della spesa e del menù settimanale, mi sono ritrovata più volta a leggere, soprattutto sui siti stranieri, in particolare Americani, queste due paroline: MEAL PREP.

Incuriosita ho approfondito l'argomento e mi sono lasciata contagiare da un entusiasmo organizzativo.

Cosa vuol dire MEAL PREP.
Cercherò di spiegarla semplicemente: è la preparazione in anticipo di cibo sano, pronto da mangiare per diversi giorni.

Gli strangers arrivano ad organizzare la loro "cambusa" anche per un mese, congelando ovviamente gran parte dei preparati.

Io mi sono limitata ad un massimo di tre giorni.
E devo dire, che ho intenzione di arrivare almeno ad una settimana, congelando qualcosa.

E' stato davvero utilissimo.
Tornare a casa ed avere già il "grosso" fatto mi ha consentito di fare altro e di vivere la preparazione della cena più serenamente, oltre che…

Amanda Cass: The Art of Love, Life and freedom

Da qualche anno mi sono appassionata di illustrazioni.
Le trovo bellissime!
Un genere che prima non mi aveva mai interessato.

Oggi invece sono sempre alla ricerca di nuovi autori, di nuove immagini e storie.
I social sicuramente mi aiutano, permettendomi di arricchire il mio archivio con costanza.

Così ho deciso di presentarvi qualche artista!

Tra le mie preferite c'è sicuramente Lei... Amanda Cass, un'illustratrice Neozelandese.

La sua è davvero Arte di Amore, Vita e Libertà!
Non entro nella "tecnica" perché non mi compete!
Non sono un'esperta, io scelgo le opere da condividere esclusivamente con la "pancia".

Mi piace perché:

I suoi messaggi sono sempre positivi:



I suoi colori rassicuranti:



Le sue linee leggere:

I suoi "consigli" preziosi:







(foto da WEB)

Io l'adoro!
A voi piace?

Spero di SI!

Alla prossima!
Tiziana

Ricordi...di un giorno speciale: il battesimo di Maria

Il 27 Settembre 2014 abbiamo festeggiato il battesimo di Maria.

Io e Pino siamo entrambi cattolici e questo giorno ha rappresentato per noi un evento importante della vita di nostra figlia, per questo abbiamo voluto condividerlo con le nostre famiglie ed i nostri amici.

Eravamo in tanti, quindi è stato molto impegnativo gestire ed organizzare il lavoro, considerando poi che io ero ancora in convalescenza dall'intervento alla colecisti ed avevo  la ferita che "tirava" parecchio.
Ma alla fine, grazia all'aiuto di Pino...mia madre e le mie sorelle, sono riuscita a farcela!

Maria è stata battezzata nella Chiesa del quartiere, perché è qui che crescerà ed è questa la comunità parrocchiale che frequenta e frequenterà.
A Roma certo abbiamo l'imbarazzo della scelta, ci sono delle Chiese bellissime, ma abbiamo preferito così.

La cerimonia è stata piacevole ed allo stesso tempo solenne.
Non pensavo di provare così tanta emozione.

Finita la celebrazione siamo andati al ris…