Passa ai contenuti principali

Il sale rosa dell'Himalaya

Il pediatra di Maria mi ha consigliato di utilizzare questo tipo di sale, che in realtà io già conoscevo e che ogni tanto acquistavo ed usavo in cucina, oltre a quello classico ed a quello nero (che amo mettere sull'uovo, ingannando simpaticamente gli ospiti, che pensano di mangiare il pepe!).

Ho riacquistato dunque il sale rosa per la piccola di casa ed ora lo usiamo anche noi, quasi sempre.

Devo dire mi piace molto, dopo aver ascoltato le spiegazioni del nostro medico, mi sono incuriosita ancora di più!!!




Il sale rosa dell'Himalaya è ben diverso dal comune sale da cucina, che è costituito essenzialmente da cloruro di sodio. Il sale himalayano è puro, molto antico, privo di tossine e di sostanze inquinanti che possono contaminare le tipologie di sale che provengono da mari e oceani.
E' ricchissimo di sali minerali, del tutto assenti nel sale da cucina.

Non viene sottoposta ad alcun trattamento sbiancante, non è raffinato ed è incontaminato, infatti quando viene estratto è puro proprio come quando si era depositato nel suolo migliaia di anni prima. Il nostro intestino lo assorbe meno e il suo gusto tende a valorizzare il sapore dei cibi senza coprirlo.

I benefici derivanti dall'uso alimentare sono tanti, un esempio?
Limita il rischio di ritenzione idrica e di ipertensione, poiché il suo contenuto di cloruro di sodio è ridotto.
E per me questo già è molto!

Ma non è solo un condimento, può essere utilizzato per lo scrub, per un bagno caldo, per la riduzione dei dolori articolari o per disinfettare il cavo orale in caso di mal di gola e di raffreddore.

E non finisce qui!

Conoscete le lampade di sale rosa?
Sicuramente le avete viste in giro!

Nella mia lista MUST-HAVE, ovviamente, c'è!

A parte mi piaceva già a livello estetico!
Nel mio ingresso ce la vedo proprio bene!
Dopo aver letto le sue proprietà sono ancora più convinta!

In poche parole, nell’aria ci sono ioni negativi e ioni positivi, che sono i responsabili della carica elettrostatica di un ambiente.
Come sappiamo, se i due sono in equilibrio fra loro, ci sentiamo bene e respiriamo bene.
Ma se una delle due cariche prende il sopravvento la situazione si squilibra e possono insorgere diversi problemi come irritabilità, sonnolenza, mal di testa.

Gli elettrodomestici che abbiamo in casa emettono ioni positivi, troppi.


Le lampade di sale generano ioni negativi che aiutano a neutralizzare gli ioni positivi in eccesso nell’ambiente.
Riscaldandosi infatti attirano l’umidità dell’ambiente sulla superficie del sale il quale, bagnandosi, crea un campo di ioni.
Queste lampade neutralizzano una stanza carica di ioni positivi.
Sono ionizzatori naturali.

Inoltre la loro colorazione rientra in una fascia di colore rilassante (rosa, giallo, arancio).




Parlando sempre di "sale rosa", grazie alla mia amica Arianna, che mi ascolta per ore, ho scoperto questo posto, dove lei è stata!

Io lo trovo fantastico!
E non è nemmeno molto lontano da casa!

A Roma, infatti, vi è SALBEA!

Cioè una GROTTA DI SALE ARTIFICIALE.


Sul loro sito (www.salbea.it), leggo con gli occhi a cuori:

"Una seduta nella Grotta permette al nostro organismo di assorbire una quantità tale di microelementi che soltanto una permanenza di tre giorni in una località marina, nel periodo immediatamente successivo ad una burrasca, potrebbe garantire. L'atmosfera che si respira nella Grotta, unica al mondo per magia e proprietà microclimatiche, apporta benefici al corpo e all'anima"


(foto da web)


CI DEVO ANDARE!!!

A Settembre si prenota! ;)

Chi viene con me?

Baci, alla prossima!

Tiziana









 
 








 





Commenti

  1. Ciao Tiziana, anche noi lo utilizziamo! E' anche molto ricco di ferro! Io trovo poi che ne basta poco per insaporire i cibi a differenza del sale "bianco". Grazie non conoscevo le proprietà ionizzanti della lampada.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa, concordo!
      Penso lo useremo tutti in famiglia!
      La lampada voglio provarla!
      Sono curiosa!
      Grazie per il messaggio!


      Elimina

Posta un commento

Grazie per il tuo tempo

Post popolari in questo blog

The Truman Show 3.0

In questi giorni mi è venuta voglia di rivedere il film "The Truman show", è  del 1998 diretto da Peter Weir e interpretato da Jim Carrey.

Ispirato alla moda allora nascente (in America) di raccontare la vita in TV attraverso i reality show, immaginando una situazione paradossale, portata all'estremo (dalla quale sono nate riflessioni filosofiche ed analisi sociologiche), The Truman Show raccontava, grazie ad una  trasmissione in diretta continua la vita di un uomo, appunto Truman.


Ve lo ricordate?

Nel 2016 siamo ben oltre il fenomeno Reality Show, ma alcune dinamiche di questa pellicola le sento ancora più attuali, per questo voglio rivederlo.

Oggi nel mondo dei social l’asticella di cosa è accettabile in termini di privacy si è alzata, oltre Facebook che ha davvero rivoluzionato il mondo ed il modo di relazionarsi degli esseri umani, esistono diverse app che ci consentono di condividere le nostre vite IN DIRETTA, attraverso un mezzo che ormai abbiamo tutti, il nostro …

Entusiasmo terapia

Mi sono imbattuta in un articolo su Natural Style di Barbara Majnoni. Titolo: L'entusiasmo fa brillare la tua vita. Ultimamente si sente molto parlare di felicità, di ricerca di un equilibrio felice, di attimi di gioia! "L'entusiasmo è quello sprint, quel frizzico di energia che ti spinge ad affrontare tutto con forza, fiducia e ottimismo. Un moto spontaneo che si traduce in voglia di fare, ricerca del piacere, maggiore creatività e produttività. A volte ne sei carica, come i bambini. Ma quando si spegne tutto sembra più triste". La parola entusiasmo deriva dal greco e significa: il dio dentro (en: dentro e thèos: dio).
Gli psicologi si accorgono del successo della terapia quando i pazienti lo ritrovano.
L'entusiasmo potrebbe essere definito come sinonimo di gioia, ma con un qualcosa in più: la fiducia. Ci fa affrontare le vicende, fiduciosi che le cose che faremo ci daranno piacere...quindi andranno bene.
Ma per deduzione è vero anche il contrario. L'entusias…

Una coccola serale: il cuscino Svedese

E' da tempo che volevo acquistare una borsa d'acqua calda.
Durante l'inverno l'idea di utilizzarla mi sembrava molto hygge! ;)

Inoltre la mia operatrice shiatsu, durante uno dei miei trattamenti, mi ha praticato la moxa, riscaldandomi una parte specifica dietro la schiena, quasi tra le scapole, da lei definita la "porta del vento".
Il piacere è stato immediato.
Ho scoperto che questo punto è per me molto sensibile, tanto che oggi faccio un uso più frequente di una pashmina  per coprirlo.


Quasi per caso ho trovato questa bellissima borsa dell'acqua calda!
Grigia e stellata, direi perfetta!
Inoltre utilizzabile al microonde!
Presa in super offerta!



In verità, ne ho prese due, con fantasie diverse, ma una l'ho regalata! ;)



Una volta tornata a casa, aprendo la confezione, ho scoperto che in questa borsa d'acqua calda non ci va l'acqua!
In effetti sulla confezione c'è scritto che contiene del grano e lavanda, ma non immaginavo che avesse solo …