Passa ai contenuti principali

Nuovo ordine. Dalla cucina...alla testa o viceversa?

Fare ordine in casa mi è sempre piaciuto.
Sin da piccola.
Mi piaceva sistemare ed organizzare il mio armadio, i miei cassetti ed anche la mia scrivania.
Spesso riordinavo anche per le mie sorelle, così che i nostri "luoghi in comune" rispondessero alla mia idea armoniosa di ordine.

Durante gli anni dell' Università ho lavorato per un periodo come commessa in un negozio di abbigliamento.
Ero bravissima nel progettare gli scaffali: per colore, modello, tessuto e dimensioni.

Insomma ero una piccola Marie Kondo.

Questo mio bisogno di tenere in ordine, sicuramente rispecchiava un mio bisogno di "controllo" sulla mia vita.

Quando questo controllo è venuto a mancare, quando mi sono "persa" in un periodo di depressione...questa mia rigidità è sparita ed al suo posto è arrivato il caos!
Mentre riscostruivo una nuova me, lasciavo che il mondo intorno non fosse più così perfetto.

Io non volevo più essere e/o apparire perfetta.

Sono passati tanti anni, più di dieci, da quella fase acuta di crisi esistenziale.

Con l'età il mio giudice severo è diventato "un giudice di pace".

Ed ora che sono tranquilla con me stessa, che mi piaccio per come sono, sia dentro che fuori, ritorno ad essere ordinata ed organizzata, ma in modo costruttivo.
Fare ordine, pulire, sistemare ed organizzare oggi mi aiuta a scaricare.
Mi rilassa.
Non è più un sintomo, ma una terapia.

Grazie a molte YouTuber, soprattutto straniere, che appunto dispensano consigli e condividono spunti per sfruttare al massimo gli spazi in casa, piano piano sto cercando di riorganizzare tutta la casa.
Finirò forse in estate, ma non mi corre dietro nessuno!

Ho letto diversi libri su decluttering e space clearing.
Diversi articoli su riviste e ho fatto piacevoli ricerche on line.

L'argomento mi appassiona e si iniziano a vedere i primi risultati.

Ho iniziato dalla cucina.
La mia è davvero molto piccola, quindi ho pochi sportelli a disposizione.
Nel web digitando "dispensa" o ancor meglio "pantry" escono fuori delle immagini bellissime.
Stiamo parlando di vere e proprie stanze!

Ecco, avendo invece io una piccola dispensa in una piccola cucina...mi sono chiesta "come posso renderla funzionale, pulita, ordinata ed anche bella da vedere?"

Spero vi piaccia il mio lavoro.
Io ne sono fiera.

Ho iniziato svuotando le ante e pulendole (con acqua calda).
Ho messo dei fogli antiscivolo.
Ho eliminato i prodotti scaduti.
Ho  diviso i prodotti per categorie.
Infine li ho sistemati ed organizzati così.

Questo il "reparto" pasta, riso, pane ecc...

Ho utilizzato dei contenitori acquistati da Ikea, Lidl e Risparmio Casa.



Più nel dettaglio:





Queste etichette, che adoro...le ho trovate qui on line.

Io ho usato un pennarello Uniposca bianco e l'effetto finale mi piace molto.



I dosatori verde chiaro hanno due aperture, su quella a "buchini" ho conservato le indicazioni per i tempi di cottura. Utilizzando diversi marche, lo ritrovo utilissimo, così da non sbagliare.




Ho sistemato anche una piccola anta, a due piani, dove teniamo sia il dolce che il salato.

E' da migliorare sicuramente, ma già così la trovo più "accessibile e comoda".








(foto di TYTP - non utilizzare senza autorizzazione)


Inoltre ho riorganizzato e riordinato anche tre cassettoni, pieni di pentole, padelle, coperchi et similia!

Questo nuovo "home tour" è iniziato!
Vi piace?

La prossima volta...andremo nell'oscuro sotto lavello! ;)

Alla prossima!


Tiziana








Commenti

  1. Siamo proprio uguali in tante cose...❤️

    RispondiElimina
  2. Io adoro tenere tutto sistemato ogni cosa al loro posto anche se sono un po' disordinata di natura... poi ho un marito molto disordinato che mette tutto alla rinfusa... pensa una volta ho addirittura etichettato il frigo ma alla fine non è servito a molto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi ci stiamo rieducando all'ordine in casa, dopo una fase di caos voluto! Essere organizzati sicuramente aiuta ad essere più ordinati. Con diversi tentativi...andiamo avanti aggiustando il tiro! Anche io avevo provato a sistemare il frigo diversamente. Con dei cestini...e contenitori, senza etichettare però. Ma pensavo di farlo a breve. Vi terrò aggiornate! Grazie per avermi lasciato un tuo commento! Alla prossima, Tiziana

      Elimina

Posta un commento

Grazie per il tuo tempo

Post popolari in questo blog

Meal Prep: un mondo tutto da scoprire e provare

Un mesetto fa, mentre ricercavo on line delle idee da poter copiare per migliorare (impostare da zero) la mia pianificazione della spesa e del menù settimanale, mi sono ritrovata più volta a leggere, soprattutto sui siti stranieri, in particolare Americani, queste due paroline: MEAL PREP.

Incuriosita ho approfondito l'argomento e mi sono lasciata contagiare da un entusiasmo organizzativo.

Cosa vuol dire MEAL PREP.
Cercherò di spiegarla semplicemente: è la preparazione in anticipo di cibo sano, pronto da mangiare per diversi giorni.

Gli strangers arrivano ad organizzare la loro "cambusa" anche per un mese, congelando ovviamente gran parte dei preparati.

Io mi sono limitata ad un massimo di tre giorni.
E devo dire, che ho intenzione di arrivare almeno ad una settimana, congelando qualcosa.

E' stato davvero utilissimo.
Tornare a casa ed avere già il "grosso" fatto mi ha consentito di fare altro e di vivere la preparazione della cena più serenamente, oltre che…

Chi si accontenta, gode!

Non si fa altro che parlare di FELICITA'.

Articoli, manuali, corsi e workshop sul tema.
Io stessa ho letto e studiato sull'argomento.
Quasi fosse diventata una moda ed invece ti rendi conto che è questione atavica.

Vi ricordate di Epicuro e la sua "Lettera sulla Felicità" a Meneceo?
Letta ai tempi del Liceo ne rimasi colpita.

"Non si è mai troppo giovani o troppo vecchi per la conoscenza della Felicità. A qualsiasi età è bello occuparsi del benessere dell'anima"
Inizia così.

Il benessere dell'anima!
Negli ultimi anni mi sono concentrata soprattutto sulla mente e sul corpo, in stretta relazione tra loro tanto da condizionarsi vicendevolmente sia in senso positivo che negativo.

E' ora di tornare a pensare all' Anima, perché è da qui che parte TUTTO.

Mi sono distratta così tanto?
Come è potuto accadere?
E' accaduto.
Punto.






Non aspiro alla Felicità, che percepisco affascinante ma effimera.

Mi piacerebbe smettere di cercare l…

Amanda Cass: The Art of Love, Life and freedom

Da qualche anno mi sono appassionata di illustrazioni.
Le trovo bellissime!
Un genere che prima non mi aveva mai interessato.

Oggi invece sono sempre alla ricerca di nuovi autori, di nuove immagini e storie.
I social sicuramente mi aiutano, permettendomi di arricchire il mio archivio con costanza.

Così ho deciso di presentarvi qualche artista!

Tra le mie preferite c'è sicuramente Lei... Amanda Cass, un'illustratrice Neozelandese.

La sua è davvero Arte di Amore, Vita e Libertà!
Non entro nella "tecnica" perché non mi compete!
Non sono un'esperta, io scelgo le opere da condividere esclusivamente con la "pancia".

Mi piace perché:

I suoi messaggi sono sempre positivi:



I suoi colori rassicuranti:



Le sue linee leggere:

I suoi "consigli" preziosi:







(foto da WEB)

Io l'adoro!
A voi piace?

Spero di SI!

Alla prossima!
Tiziana