Passa ai contenuti principali

Meal Prep: un mondo tutto da scoprire e provare

Un mesetto fa, mentre ricercavo on line delle idee da poter copiare per migliorare (impostare da zero) la mia pianificazione della spesa e del menù settimanale, mi sono ritrovata più volta a leggere, soprattutto sui siti stranieri, in particolare Americani, queste due paroline: MEAL PREP.

Incuriosita ho approfondito l'argomento e mi sono lasciata contagiare da un entusiasmo organizzativo.

Cosa vuol dire MEAL PREP.
Cercherò di spiegarla semplicemente: è la preparazione in anticipo di cibo sano, pronto da mangiare per diversi giorni.

Gli strangers arrivano ad organizzare la loro "cambusa" anche per un mese, congelando ovviamente gran parte dei preparati.

Io mi sono limitata ad un massimo di tre giorni.
E devo dire, che ho intenzione di arrivare almeno ad una settimana, congelando qualcosa.

E' stato davvero utilissimo.
Tornare a casa ed avere già il "grosso" fatto mi ha consentito di fare altro e di vivere la preparazione della cena più serenamente, oltre che anticipare e quindi normalizzare l'orario.
Alle 19.45 tutti a tavola, un'ora prima!

Il mio è stato un esperimento breve, durato qualche giorno, che mi è servito a comprendere che "conviene farlo".
Meno spreco di tempo ma anche di cibo!

Così nel mese di Luglio cercherò di organizzarmi settimana per settimana.

In questi giorni ho studiato un po' il piano, eccolo:

 - PLANNING MENU SETTIMANALE, decidere in anticipo colazione, spuntino, pranzo, merenda, cena ed eventuali extra (aperitivo o dolcetto).
Nella rete si trovano tantissime versioni, in word in Excel, ma in realtà basta un foglio A4, un righello ed una penna. Una calamita per appenderlo al frigo.

- LISTA della SPESA, in base al planning menù bisogna preparare la lista delle cose da acquistare e decidere il giorno in cui andare a fare la spesa. Nel mio caso, ho scelto il sabato mattina presto! Giro al supermercato, sosta dal macellaio ed al banco della Coldiretti.




In questo modo tra sabato e domenica mattina posso preparare e cucinare.



 



- CONTENITORI, scegliere quelli giusti.
Ce ne sono di tutti i tipi!
Io ne ho diversi, in platica e vetro, tondi, rettangolari, piccoli e grandi.
Insomma per ogni esigenza, ma devo dire di essere tentata di acquistarne di nuovi. Ne ho trovati alcuni che farebbero proprio al caso mio, anche per una migliore organizzazione degli spazi nel frigorifero e freezer, visti su Amazon:





(foto da web)
Io li trovo perfetti!

- AI FORNELLI, ultimo step. Una volta predisposto il tutto non resta che "mettersi in cucina" per qualche ora ed iniziare a preparare, lavare, pulire, tagliare, cucinare, mettere in frigo e congelare.

Cosa ne pensate di questo genere di organizzazione?

Vi piace? In caso positivo vi consiglio questo sito della MEAL PREP SOCIETY:

 http://mealprepsociety.com/guides/how-to-meal-prep-beginners-guide

Io li seguo anche su IG, dove posso trovare tanta ispirazione!


Alla prossima!

Tiziana










Commenti

  1. Ottima idea. Di base mi organizzo già per i pasti e spesa ma non cucino mai tanto in anticipo, quindi approfondisco volentieri e raccolgo il consiglio. Brava Tizi, smepre spunti interessanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sara, sono felice che ti sia piaciuto questo mio post! Spero possa esserti utile! Un bacio

      Elimina

Posta un commento

Grazie per il tuo tempo

Post popolari in questo blog

The Truman Show 3.0

In questi giorni mi è venuta voglia di rivedere il film "The Truman show", è  del 1998 diretto da Peter Weir e interpretato da Jim Carrey.

Ispirato alla moda allora nascente (in America) di raccontare la vita in TV attraverso i reality show, immaginando una situazione paradossale, portata all'estremo (dalla quale sono nate riflessioni filosofiche ed analisi sociologiche), The Truman Show raccontava, grazie ad una  trasmissione in diretta continua la vita di un uomo, appunto Truman.


Ve lo ricordate?

Nel 2016 siamo ben oltre il fenomeno Reality Show, ma alcune dinamiche di questa pellicola le sento ancora più attuali, per questo voglio rivederlo.

Oggi nel mondo dei social l’asticella di cosa è accettabile in termini di privacy si è alzata, oltre Facebook che ha davvero rivoluzionato il mondo ed il modo di relazionarsi degli esseri umani, esistono diverse app che ci consentono di condividere le nostre vite IN DIRETTA, attraverso un mezzo che ormai abbiamo tutti, il nostro …

Entusiasmo terapia

Mi sono imbattuta in un articolo su Natural Style di Barbara Majnoni. Titolo: L'entusiasmo fa brillare la tua vita. Ultimamente si sente molto parlare di felicità, di ricerca di un equilibrio felice, di attimi di gioia! "L'entusiasmo è quello sprint, quel frizzico di energia che ti spinge ad affrontare tutto con forza, fiducia e ottimismo. Un moto spontaneo che si traduce in voglia di fare, ricerca del piacere, maggiore creatività e produttività. A volte ne sei carica, come i bambini. Ma quando si spegne tutto sembra più triste". La parola entusiasmo deriva dal greco e significa: il dio dentro (en: dentro e thèos: dio).
Gli psicologi si accorgono del successo della terapia quando i pazienti lo ritrovano.
L'entusiasmo potrebbe essere definito come sinonimo di gioia, ma con un qualcosa in più: la fiducia. Ci fa affrontare le vicende, fiduciosi che le cose che faremo ci daranno piacere...quindi andranno bene.
Ma per deduzione è vero anche il contrario. L'entusias…

Una coccola serale: il cuscino Svedese

E' da tempo che volevo acquistare una borsa d'acqua calda.
Durante l'inverno l'idea di utilizzarla mi sembrava molto hygge! ;)

Inoltre la mia operatrice shiatsu, durante uno dei miei trattamenti, mi ha praticato la moxa, riscaldandomi una parte specifica dietro la schiena, quasi tra le scapole, da lei definita la "porta del vento".
Il piacere è stato immediato.
Ho scoperto che questo punto è per me molto sensibile, tanto che oggi faccio un uso più frequente di una pashmina  per coprirlo.


Quasi per caso ho trovato questa bellissima borsa dell'acqua calda!
Grigia e stellata, direi perfetta!
Inoltre utilizzabile al microonde!
Presa in super offerta!



In verità, ne ho prese due, con fantasie diverse, ma una l'ho regalata! ;)



Una volta tornata a casa, aprendo la confezione, ho scoperto che in questa borsa d'acqua calda non ci va l'acqua!
In effetti sulla confezione c'è scritto che contiene del grano e lavanda, ma non immaginavo che avesse solo …