Un vento nuovo

Aprile è arrivato portando un vento nuovo.

Il cambio dell'orario, la Primavera in arrivo ed il compleanno di nostra figlia Maria mi hanno donato occasioni di riflessioni.

La sera, spesso, quando fuori c'è ancora luce, mentre la cena è sul fuoco, io esco sul mio balcone a guardare il cielo.
E' diventato il mio momento di preghiera.
In cui respiro l'aria dolce e mi ricarico, ringraziando per quello che ho.
E' il mio attimo di gratitudine, in cui mi riconcilio con il mondo.
E' il mio "atto di pace".
Con me stessa.

Maria ha compiuto tre anni.

Questi 36 mesi sono stati vissuti intensamente.
Il tempo è volato
Ho provato tantissime emozioni nuove.
E non mi riferisco solo a quelle legate alla maternità.

Sarebbe riduttivo.

Mi sono soffermata a guardarmi dall'alto.
Mi sono fatta tenerezza, ma non pena!
Ho provato compassione, ma in modo costruttivo.

Mi sento diversa, ma ancora non del tutto centrata.
Migliorata sicuramente, ma con l'impressione di essere solo all'inizio di una trasformazione generale.

Mi vedo invecchiata nell'aspetto.
Guardandomi allo specchio non vedo più riflessa una ragazza.
E questo mi dà ancora più consapevolezza.

Gli anni passano ed io voglio godermeli.
Non voglio più perdere tempo a farmi comprendere dal mondo.
Ad avere ragione.

Vivo cercando un mio equilibrio, almeno ci sto provando.

Ho bisogno di tempo.
Lo devo ritagliare dalla mia quotidianità, senza sacrificare la famiglia.
Ho qualche obiettivo da raggiungere e per farlo ho bisogno di stimoli e non distrazioni.

Mi prendo una pausa.

Dal blog e dai social.

È un arrivederci, a presto!

Tiziana








































Commenti

Post più popolari