Lettering ed un silenzio speciale

Grazie alla mia amica A. ho acquistato il libro "Malleus Scriptorium - calma la mente con l'arte della calligrafia".

Mi è sempre piaciuto scrivere bene, anche se riconosco di non essere bravissima, ho però sin da piccola un'attenzione all'estetica della pagina.

Di un quaderno di appunti, un taccuino di viaggio  o un diario personale.

Adoro scrivere biglietti per le varie ricorrenze o semplicemente per consegnare un messaggio ad una persona ed anche per questi ho sempre avuto un occhio di riguardo alla forma.
Morbida e semplice, possibilmente fine.

Il corsivo Inglese resta il mio carattere preferito.
Il più elegante e sofisticato.

Non mi sono mai cimentata nello studio, improvviso con risultati piacevoli alla vista ma imprecisi ed incerti.




Questo libro, preso su Amazon, è stato un regalo che ho fatto a me stessa.
Non immaginavo fosse così profondo.
Credevo si trattasse di un piccolo manuale di esercizi, un buon mezzo per apprendere delle nozioni di base e per raggiungere un tratto più sicuro.

E' anche questo, ma non solo.

"Il rumore dei nostri pensieri è talmente forte da soffocare il sottile e delicato messaggio dell'anima"
 

 
Si mette in evidenza l'importanza del silenzio.
 
"Se siamo decisi a intraprendere la strada del cambiamento però, dobbiamo fare uno sforzo in più. Dobbiamo cercare altrove. Ecco perché mettere la mente ogni tanto a tacere è importante: per lasciare emergere il messaggio sottile della nostra parte spirituale".
 
Per entrare in contatto con il silenzio (e scrivere) bisogna rispettare 7 regole:
 
1) Stabilire i confini del proprio spazio sacro.
2) Respirare e prendere posizione.
3) Emozionarsi.
4) Essere disciplinato.
5) Procedere con lentezza.
6) Trovare il proprio ritmo.
7) Perdersi.
 
Il segreto di questo metodo è nella difficoltà della calligrafia, che consente di distrarre la mente e metterla a tacere, così da poter cogliere il messaggio nella calma interiore.
 
L'uomo, secondo i Templari, raggiunge il proprio equilibrio quando
CORPO, MENTE e SPIRITO SONO ALLINEATI.


 
Quanta verità!
 
Ho bisogno di silenzio, di questo genere di silenzio.
 
Quando metto a tacere la mente, piango.
Quando la mia voce spirituale ha modo finalmente di farsi sentire, io mi sfogo.
Lascio fluire le emozioni, soprattutto quelle che si tende a nascondere, anche inconsapevolmente, per poter andare avanti.
Giorno dopo giorno.
 
Accade raramente e quando meno me lo aspetto.
Avviene, senza una ricerca mirata.
 
Vorrei esercitarmi a scrivere, ma soprattutto a trovare il mio silenzio ed il mio allineamento.
 

Ho già iniziato, colta dall' entusiasmo mi sono cimentata nella scrittura di una frase che ho sentito subito mia, contenuto nella parte "pratica" del libro:
 
"Lasciati andare al cambiamento"
 
Le prime due righe sembrano titubanti, ma sono qui per imparare.
 
A scrivere, a stare in silenzio e ad ascoltare la mia voce interiore.
 
 
 
Alla prossima!
 
Tiziana
 
 
 
 
 
 
 
 
 


Commenti

Post più popolari